L'editoriale dell'11 maggio

Anticipare i tempi per vincere le nuove sfide

 

Capire il fenomeno della digitalizzazione, accompagnandolo con adeguate azioni, è la strada da seguire per massimizzare le opportunità e minimizzare i rischi che ne derivano. Questa necessità è emersa anche dalle analisi del Tavolo di lavoro sull’economia, i cui risultati – presentati a inizio 2017 – hanno evidenziato l’importanza di affrontare questo cambiamento proattivamente e giocando d’anticipo. 

Per farlo, in particolare, sono state individuate diverse misure concrete, alcune delle quali già attuate o in fase di implementazione. Penso, ad esempio, all’adesione del Ticino all’iniziativa nazionale “DigitalSwitzerland” e al recente avvio dei lavori di approfondimento per l’elaborazione di un piano strategico per la realizzazione di una rete a banda ultralarga su tutto il territorio, indispensabile anche affinché il Ticino, nel suo insieme, diventi più attrattivo per le aziende innovative. Aziende innovative a cui il mio Dipartimento ha pensato presentando una strategia specifica per le start-up, volta a rendere il nostro Cantone un luogo particolarmente attrattivo per questo tipo di aziende. Senza dimenticare la necessità di adeguare la formazione ai nuovi bisogni derivanti dalla digitalizzazione, così come di favorire l’interazione tra mondo della ricerca ed economia, in modo da sviluppare specifiche competenze e agevolare il processo di digitalizzazione nelle aziende

Queste misure si integrano nella strategia di sviluppo economico adottata dal Cantone, che pone al suo centro proprio i concetti di innovazione e di incentivo allo sviluppo tecnologico, su cui il Cantone spinge anche attraverso la prospettata adesione alla Greater Zurich Area (GZA). Per affrontare con successo la sfida della digitalizzazione occorre dunque agire tempestivamente, credendo nei propri mezzi e valorizzando al meglio il solido potenziale di cui fortunatamente il Ticino dispone.

Christian Vitta, Consigliere di Stato