Comunicati

Ecco le indicazioni di voto del PLR per i temi in votazione il prossimo 23 settembre: le due iniziative "agricole", "Per alimenti equi" e "Per la sovranità alimentare" e il controprogetto all'iniziativa "Per la bici" a livello federale e il voto sul credito per la sperimentazione de "La scuola che verrà" a livello cantonale.

Leggi tutto

Dal Comitato cantonale del PLR a Biasca sono emerse le posizioni del partito liberale radicale sulle votazioni federali del 23 settembre e sull’iniziativa “Per l’autodeterminazione” al voto il prossimo 25 novembre. I delegati hanno deciso di accettare il controprogetto all’iniziativa “Per la bici”, mentre hanno respinto entrambe le iniziative “agricole”, sia quella “Per alimenti equi”, sia quella “Per la sovranità alimentare”. Un’ampia maggioranza ha poi respinto anche il testo dell’UDC “Per l’autodeterminazione”. Con le parole del presidente, Bixio Caprara, il PLR ha anche ribadito il suo sostegno di fondo alla sperimentazione de “La scuola che verrà” e del modello PLR in votazione cantonale il 23 settembre, ma “senza firmare una cambiale in bianco al Consigliere di Stato Bertoli”.

Leggi tutto

Questa LIA non funziona? Allora vanno trovate delle alternative. Mentre gli altri partiti sono per un’abrogazione pura e semplice della Legge sulle Imprese Artigianali, il PLR insiste sugli aspetti positivi della legge – comunque presenti – e invita Governo e Parlamento ad analizzare fin da subito nuove soluzioni per tutelare il settore e i nostri artigiani.

Leggi tutto

Un osservatore della vita pubblica ha scitto: “In Francia, lo Stato ha costruito la nazione”. La Svizzera moderna non è costruita in questo modo. Si è sviluppata dal basso verso l’alto. Si è costruita e continua a vivere grazie all’impegno delle persone sul piano locale e cantonale, che lavorano con al centro l’interesse generale del Paese. Pier Felice Barchi è stato l’esempio di questo genere di cittadino, senza i quali l’unità e la diversità della Svizzera sarebbero minacciate.

Leggi tutto

Dopo quasi 20 anni sotto la cupola di Palazzo federale, il Consigliere agli Stati PLR Fabio Abate non si ripresenterà alle prossime elezioni federali, previste nell’ottobre 2019: “L’entusiasmo e la determinazione non mancano, anche per affrontare una nuova campagna e un’ulteriore legislatura, ma è importante confrontarsi alla realtà: cinque legislature a Palazzo federale bastano”. Per i liberali radicali ticinesi Fabio Abate è stato in questi anni un autentico punto di riferimento nel parlamento federale, dove con la sua competenza e il suo impegno ha contribuito in modo fondamentale all’evoluzione e al miglioramento dei rapporti tra Ticino e Berna, con grande spirito federalista. “A Fabio Abate rivolgo un pensiero di profonda gratitudine per la sua attività politica a Berna dove ha saputo rappresentare con successo il Ticino”, afferma il presidente PLRT, Bixio Caprara.

Leggi tutto

Ricerca