Adeguare le deduzioni fiscali per oneri assicurativi all’evoluzione dei premi medi di riferimento delle casse malati

INIZIATIVA PARLAMENTARE

presentata nella forma generica da Alessandro Speziali e cofirmatari per il Gruppo PLR per la modifica dell’art. 32 della Legge tributaria - Adeguare le deduzioni fiscali per oneri assicurativi all’evoluzione dei premi medi di riferimento delle casse malati.

A livello federale, il Ticino prevede gli importi massimi più elevati per le deduzioni degli oneri assicurativi: 10’500 CHF per i coniugi e 5’200 CHF per gli altri contribuenti che versano contributi previdenziali, e di 14’800 CHF per i coniugi e di 7’400 CHF per gli altri contribuenti che invece non ne versano. Tuttavia, il Ticino rappresenta uno dei pochi Cantoni – insieme a Basilea-Città e Turgovia – che non accorda alcuna deduzione maggiorata in presenza di figli o persone bisognose a carico. 

Il continuo aumento dei premi di cassa malati può quindi condurre a situazioni in cui – in particolare le famiglie con figli – l’importo pagato per i premi di cassa malati supera l’importo massimo deducibile. Infatti, la somma annuale dei premi medi di riferimento di una famiglia con 2 figli minorenni ammonta (dati 2020) a 12'693.30 CHF (17'013.60 CHF nel caso in cui entrambi i figli abbiano un’età compresa tra 19 e 25 anni): importi ben superiori al limite massimo deducibile per i coniugi (ovvero 10'500 CHF).

Considerando un’aliquota cantonale media dell’imposta sul reddito pari al 7% (dati 2014), la discrepanza tra il premio medio di riferimento e l’importo massimo deducibile per oneri assicurativi comporta una penalizzazione fiscale che ammonta – tra imposta cantonale e comunale – a poco meno di 280 CHF nel caso di una famiglia con 2 figli minorenni e poco più di 820 CHF nel caso di una famiglia con figli di età compresa tra 19 e 25 anni. Il fenomeno è ancora più marcato nel caso delle famiglie monoparentali. A fronte di spese medie per i premi di cassa malati pari a 7'461.60 CHF (con 2 figli minorenni) e a 11'961.60 CHF (con 2 figli di età compresa tra 19 e 25 anni), il genitore a cui sono affidati i figli potrebbe dedurre unicamente 5'200 CHF: una penalizzazione fiscale ancora maggiore.

Per evitare questa penalizzazione e adeguare la fiscalità ticinese all’evoluzione dei premi di cassa malati, si chiede di modificare l’art. 32 cpv. 1 lett. g) della Legge tributaria cantonale in modo che, ogni anno, i contribuenti ticinesi possano dedurre a titolo di oneri assicurativi l’importo corrispondente ai premi medi di riferimento.

Oltre a definire meglio la reale capacità contributiva delle famiglie ticinesi, questa soluzione ha il pregio di esser di facile attuazione (i premi medi di riferimento per l’anno successivo vengono comunicati entro la fine dell’estate dell’anno precedente) nonché di esser finanziariamente meno onerosa rispetto ad altri atti parlamentari presentati su questo tema in tempi recenti. Si tratta infine – e finalmente – di una misura a sostegno della classe media che non gode del diritto a sussidi, ma non vive nemmeno una situazione agiata.

Alessandro Speziali
Per il Gruppo Liberale Radicale

14 ottobre 2019