Possibilità di riduzioni fiscali in ambito energetico

INIZIATIVA GENERICA

Progetto pilota di Basilea – esempio di programma di risparmio energetico mediante aree verdi su tetti piani di edifici residenziali

A partire dagli anni ’80, in diverse Città svizzere sono partiti progetti pilota che hanno gettato le basi per iniziative che, oggi, permettono di intervenire in modo più incisivo rispetto ai cambiamenti climatici e alla salvaguardia della biodiversità.

L’esempio della Città di Basilea potrebbe incoraggiare alcuni imprenditori e proprietari ticinesi ad investire nella costruzione o nell’adattamento degli immobili di loro proprietà procedendo alla copertura a verde di parte dei tetti degli edifici.

Già dall’inizio degli anni ’90, Basilea è stata la prima Città a dotarsi di una legislazione a supporto del risparmio energetico ed ha lanciato la prima campagna per rinverdire i tetti dei palazzi nel 1996. Proseguendo nel suo intento ha lanciato una seconda campagna negli anni 2005-2007.

Da quel momento non è più stato necessario promuovere ulteriori campagne in quanto, dal 2010, è stato introdotto l’obbligo di convertire in tetti verdi tutti i tetti piani dei nuovi edifici e quelli da ammodernare.

Infatti, nelle zone densamente abitate sarebbe stato impossibile piantare alberi o creare nuovi parchi. Questo ha reso possibile che si valutasse l’utilizzo del verde sui tetti come opzione.

Questi tetti, infatti, non solo aiutano a mitigare le temperature estive interne di circa 5° (considerando che in Città la temperatura media nelle ore più calde potrebbe sfiorare i 30°) ma riducono il consumo di energia per raffreddare gli stabili.

Un’indagine condotta nel 2006 indicava a Basilea la presenza di 1'711 tetti verdi “estensivi”, sui quali erano piantate prevalentemente terreni poco profondi con prevalenza di piante grasse e 218 tetti verdi “intensivi” con terreni più profondi nei quali sono state piantati alberi.

Questo per (approssimativamente) il 23% dei tetti piani della Città. Da allora, circa 100 tetti verdi per una superficie di 80'000 m2 sono stati creati ogni anno.

Pur senza dati ufficiali, si può stimare che attualmente i tetti verdi piani solo il 40% del loro totale.

Proprietari e progettisti non faticano ad adattarsi alle regole della costruzione sui tetti previste dal Comune. Tra queste è interessante citarne alcune:

  • il suolo di crescita deve essere indigeno (si raccomanda di consultare un orticultore);
  • il suolo di crescita deve almeno avere una profondità di 12 cm;
  • dovranno essere previste zone di 30 cm di altezza e 3 m di larghezza come habitat per invertebrati;
  • la vegetazione utilizzata dovrà essere di specie caratteristiche della zona di Basilea;
  • per tetti verdi piani di superficie superiore a 1'000 m2 dovrà essere consultato un esperto del verde cittadino sia durante il progetto che durante la costruzione.

Tutti gli attori principali sono stati coinvolti fin dal principio e, pertanto, l’introduzione del verde sui tetti piani non ha incontrato particolari resistenze.

L’esempio di Basilea è importante: unisce il contesto urbano ad azioni mirate al risparmio energetico e alla salvaguardia della biodiversità.

Come si potrebbe agire in Ticino per favorire l’utilizzo di questo tipo di interventi

Anche nelle zone industriali, artigianali e residenziali del Cantone, la copertura sui tetti, in una percentuale massima comunque da stabilire (½? ¼? della superficie?), potrebbe anche essere affiancata da deduzioni a livello fiscale. Questo per incentivarne l’utilizzo.

Oggi sono di principio deducibili fiscalmente gli investimenti destinati al risparmio energetico e alla protezione dell’ambiente su facciate, pareti, pavimenti, soffitti e tetti mentre le aree verdi di cui sopra non sono citate nelle possibilità di deduzione fiscale.

Con la presente chiediamo al Consiglio di Stato di voler approfondire la possibilità di introdurre nella Legge tributaria e nel relativo Regolamento le deduzioni riferite a lavori di posa di aree verdi sui tetti e sulle facciate.

Alessandro Cedraschi
e cofirmatari

Atti parlamentari

INTERPELLANZA (Urgente)

Leggi tutto

Eccco tutti gli atti parlamentari del PLR nella legislatura 2019-2023 a livello nazionale e cantonale, gli atti evasi e quelli ancora in attesa di risposta.

Leggi tutto

INTERROGAZIONE

Leggi tutto